Autostrade, Fassina: imboccata strada giusta

Per la risoluzione della vicenda Aspi-Atlantia, e` stata imboccata la strada giusta, utile all`interesse generale: finalmente, la gestione di un monopolio naturale come le autostrade ritorna allo Stato.
E` finita la pacchia ventennale delle rendite miliardarie garantite agli azionisti di Aspi da continui aumenti delle tariffe e assenza di investimenti nella manutenzione ordinaria e straordinaria.
Ovviamente, per una valutazione compiuta dell`accordo raggiunto stanotte, il diavolo e` nei dettagli, a cominciare dal valore delle azioni Aspi in riferimento all`aumento di capitale riservato a Cdp.
Il Parlamento deve vigilare con continuita` ed attenzione e il governo deve essere pronto a intervenire. A tal fine, bene ha fatto il Consiglio dei Ministri a confermare la possibilita` di revoca della concessione ad Aspi in caso di inadempimenti rispetto agli impegni sottoscritti.

 

L’esito del Consiglio dei ministri su Autostrade e il vertice Ue del 17 luglio: Radio Radicale intervista Stefano Fassina

Pubblicato da Lanfranco Palazzolo su Mercoledì 15 luglio 2020

0 Condivisioni
, , , ,