Riunione del comitato promotore di RomaVentuno

Oggi, per la prima volta in presenza, dopo le faticose giornate di questi ultimi mesi, si è riunito il comitato promotore di RomaVentuno. L’incontro ha dato priorità al alcuni temi da affrontare, anche in vista del prossimo rinnovo dell’Amministrazione capitolina. Il Covid-19 ha aggravato le linee di frattura dentro la nostra città. Alle marginalità sociali consolidate si aggiungoni fasce di lavoratori che prima vivevano nella precarietà e attraverso la micro-impresa e che ora sono state scaraventate nella disperazione della crisi post pandemia. È diventato evidente a tutti quanto rilevante è il tessuto della solidarietà e del welfare autorganizzato, che ha supplito alla carenza o al ritardo degli aiuti previsti per l’emergenza. Si rende ancora più urgente far convergere le migliori esperienze sociali attive a Roma in un progetto di rigenerazione morale e economica della Capitale della Repubblica. Per questo, prosegue il nostro lavoro programmatico. La prima tappa sarà un’assemblea dedicata alle tante vertenze sul lavoro aperte a Roma: da Ama a Multiservizi ai servizi di mensa e pulizia scolastica, dagli ambulanti a Alitalia. Il 10 luglio tutte le voci rappresentative di queste realtà, si confronteranno in una iniziativa pubblica, affinché l’occupazione e la qualità dei servizi pubblici camminino di pari passo. E’ quanto dichiarano in una nota, per il comitato promotore di RomaVentuno Stefano Fassina, Roberto Giordano, Monica Di Sisto, Paolo Berdini, Floriana D’Elia, Valentino Filipppetti

 

0 Condivisioni